giovedì 8 settembre 2016

LA NORMAZIONE DEL MESTIERE DEL TRADUTTORE OGGI - creatività e razionalità al confronto




Norme cui devono attenersi i fornitori di servizi di traduzione specialistica. Tali normative sanciscono le regole imprescindibili nella gestione dei procedimenti di traduzione, i requisiti minimi di qualifica di ciascuna figura professionale, la gestione delle risorse per fornire traduzioni di qualità.

Questo standard di qualità internazionale  sottoscrive i requisiti diretti a tutti gli elementi del processo di traduzione che determinano la qualità e la fornitura di servizi linguistici specializzati.
1)     Risorse umane.  Con l’attestazione del regolare mantenimento e aggiornamento delle competenze necessarie.
2)      Processi e attività pre-produzione: dal preventivo alle attività amministrative tra professionisti della traduzione e il cliente.
3)      Processo di produzione della traduzione professionale
4)      Processi post-produzione della traduzione professionale.

UNI  11591:2015 Nel quadro della Legge 4 del 2013 – norma emessa dall’ente italiano di normazione

Regolamentazione studiata per attività  professionali  non  regolamentate  - Definisce le figure professionali operanti nel campo della traduzione e dell'interpretariato - Sono stabiliti i requisiti di conoscenza, abilità e competenza che distinguono i professionisti dagli traduttori non professionali. La Norma fa esplicito riferimento al Livello 7 del Quadro Europeo delle Qualifiche.